Psicologo Psicoterapeuta Bari

Ansia, attacchi di panico, depressione, difficoltà relazionali. Perché lo psicologo?

Perché la sofferenza ha sempre un senso. La psicoterapia può aiutarti a trovarlo per stare meglio, attraverso: 

Ricerca di significato. Per capire il senso della mappa e leggere il tuo percorso. Ansia, attacchi di panico, depressione e relazioni difficili sono segnali che ti indicano quando cambiare rotta.

Conoscenza. Dedicarti del tempo significa uscire dal tuo percorso abituale per guardare la mappa, in due.

Libero arbitrio. Comprendere la mappa ti rende libero di scegliere la direzione.

Benessere. Perché navigare verso i tuoi luoghi ti aiuta a stare meglio.

About

Giuseppe Magistrale è uno psicologo e psicoterapeuta. Ha una vasta esperienza nel trattamento di depressione, ansia, attacchi di panico, bassa autostima e difficoltà relazionali, maturata attraverso ricerca scientifica e l’esperienza clinica. E’ autore di numerose pubblicazioni nazionali e internazionali ed è responsabile dello sportello psicologico “politecnico per te” del politecnico di Bari.

E’ docente di psicoterapia psicoanalitica presso l’AIPC sede di Bari.

Coltiva il suo interesse per l’essere umano e per la psicologia attraverso lo studio, la ricerca clinica, il cinema e i viaggi.

Svolge consulenze, colloqui individuali e incontri con genitori e figli. Riceve a Bari in via Andrea da Bari 128 (Murat) e via Giuseppe Fanelli 206/M (Carrassi-San Pasquale).

Psicoterapeuta e Psicologo Bari

Dove mi trovo

Giuseppe Magistrale Psicologo Psicoterapeuta Bari riceve nei quartieri Murat e Carrassi-San Pasquale

Via Fanelli 206/M, Bari (San Pasquale)

Via Andrea da Bari 128, Bari (Murat/Centro)

Per iniziare

Psicologo Bari – Giuseppe Magistrale. Le domande più frequenti

Uno psicologo – psicoterapeuta è un professionista che può accompagnare alla ricerca di senso dei propri stati emotivi, avendo dedicato anni di studio e pratica clinica all’approfondimento dei percorsi e dei meccanismi che possono portare alla sofferenza psicologica e a come capire come viene sentita dalle persone.

Il compito dello psicoterapeuta è quindi capire insieme al paziente come si è strutturata la sua specifica sofferenza nel corso della sua vita e qual è l’impatto della stessa nel qui ed ora. 

In questo modo si avvia un lavoro collaborativo teso a comprendere come trovare un nuovo adattamento per superare il problema e non si è più soli nella battaglia con le proprie difficoltà.

Non necessariamente. Se sei qui, tuttavia, ci sei arrivato per un motivo. I motivi più comuni potrebbero essere una forma d’ansia che è andata fuori controllo, attacchi di panico, depressione, una perdita di energia e di interesse per le cose che prima ti piacevano e per le persone che ti sono intorno.

Potresti soffrire di problemi ricorrenti sul lavoro o con le persone a te care, liti e incomprensioni. Potresti essere a terra, una vittima di una costante autocritica. La conseguenza potrebbe essere un blocco vero e proprio rispetto ai tuoi obiettivi e alla tua serenità e una bassa autostima.

In alcuni periodi della vita è assolutamente normale passare attraverso uno o più di questi problemi, che potrebbero risolversi autonomamente. Tuttavia, se questi problemi non passano da soli e non riesci a liberartene, forse c’è bisogno dell’aiuto di uno psicologo.

In questi casi, rimandare può solo aggravare il problema, e il vero coraggio non sta nell’affrontare tutto da soli, ma nel riuscire a farsi aiutare.

Per iniziare, è innanzitutto necessario prendere un appuntamento telefonico, durante il quale si possono concordare orari e tempi per un incontro in modo da coniugare le esigenze del paziente con quelle del terapeuta.

Durante la chiamata si può parlare sommariamente del problema e delle modalità del primo incontro e chiarire alcuni dubbi eventuali. L’approfondimento vero e proprio della problematica sarà effettuato durante i primi due o tre colloqui della durata di 50-55 minuti ciascuno.

In questa occasione, il terapeuta potrà approfondire il problema con il paziente e insieme potranno concordare obiettivi e metodi per andare avanti.

In genere, qualora vi sia una proposta di psicoterapia, questa avrà una cadenza di una o due sedute settimanali. Queste vengono concordate con il paziente a seconda delle esigenze individuali e della specifica problematica.

Non è detto, ma non si può sapere. La durata del tempo di una psicoterapia è specifica per ogni singolo paziente.

Tuttavia, c’è una buona notizia: la pratica clinica e una grande quantità di studi scientifici mostrano come, già dai primi colloqui, in molti casi il problema comincia a chiarirsi e i sintomi diminuiscono considerevolmente!

Tuttavia, se si dovesse trattare di problemi che si sono stratificati nel corso di tanto tempo, sarebbe disonesto proporre delle soluzioni semplici e rapide e irragionevole pensare di poter risolvere tutto in poco tempo.

Per questo motivo tempi e obiettivi si possono verificare durante il percorso con lo psicoterapeuta.

Giuseppe Magistrale - Psicologo Bari ha collaborato con